Che fine ha fatto Jar Jar Binks?

febbraio
Molti fan di Star Wars hanno voluto “dimenticare” la trilogia prequel, in particolare uno dei suoi protagonisti, il leggendario gungan Jar Jar Binks. L’odio per alcune scelte narrative e di caratterizzazione di alcuni personaggi, in primis Jar Jar, si è anche espanso quando, proprio a ridosso del momento storico in cui Lucasfilm passò a Disney, quando si decise cosa fosse “canon” o “legend”, eliminando di fatto molti spunti creativi estremamente belli e traducendo invece come “canoniche” le avventure viste nei vari capitoli cinematografici: incluso l’odioso gungan…
Dopotutto, ricordiamocelo, è stato proprio lui, in qualche modo, a far si che il senatore Palpatine facesse un grave passo in avanti verso l’Oscuro Impero Galattico in Episodio II. Quando Padmè fuggì da Coruscant per scappare agli attentati, il nostro “Pippo Stellare” prese il suo posto nel senato come rappresentate di Naboo ed ebbe la saggia idea di esser il portavoce per la mozione che avrebbe fatto ottenere al Cancellerie Palpatine speciali poteri per formare l’armata dei Cloni della Repubblica, dando così inizio alla Guerra dei Cloni.

Cosa successe dopo al nostro strano alieno? Molti fan si sono cimentati in racconti, ridoppiaggi o originali fanfilm nel tentativo di esplorare la fine di questo personaggio, il più delle volte ipotizzando la sua orrenda morte. Ora, in un nuovo romanzo “canonico”, ambientato a Naboo fra Il Ritorno dello Jedi e Il Risveglio della Forza, dal titolo Star Wars Aftermath: Empire’s End potremo finalmente scoprire il destino del gungan! In un estratto pubblicato da Mashable leggiamo: Mapo, un giovane orfano s’imbatte per caso in un gungan che lavora come animatore per i bambini vicino ad una fontana. Si esibisce due volte al giorno ed è sempre evitato dagli adulti. Mapo si avvicina per presentarsi e l’alieno fa altrettanto: “Me sono Jar Jar” . Il pagliaccio alieno distrae il piccolo rifugiato strabuzzando gli occhi e gonfiando le guance, ma è palese, dentro di lui, un’amara tristezza. “Jar Jar fatto uh-oh sbagli” spiega il Gungan rammaricato perchè non è accettato da nessuna comunità del pianeta. “Quelli abitanti di Naboo pensano io aiutato l’Impero” dice mentre osserva in lontananza lasciando intendere di sapere ben più di quello che ha rivelato con le sue parole.

Bene una fine triste ma alla fine non tragica per il povero Jar Jar Binks che, a quanto pare, risulta anche essere pressoché immortale! Ma ora ridiamoci su vedendo questo video “recut” di una scena cancellata da Episodio I e reperibile nella versione estesa della homevideo.

 

About Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon. Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.

View all posts by Gianluca Falletta →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *