Disney Legends: Stan Lee, Carrie Fisher e Mark Hamill

000

La D23 Expo oltre alle tante news ci ha offerto uno dei momenti più emozionanti con la cerimonia di apertura Disney Legends di venerdì, che ha visto insignire alcune celebrità del premio più importante della Casa di Topolino, per mano dell’amministratore delegato Bob Iger. Hanno ricevuto l’onorificenza Stan Lee, Mark Hamill, Carrie Fisher, Clyde Geronimi, Whoopi Goldberg, Manuel Gonzales, Wayne Jackson, Jack Kirby, Garry Marshall, Julie Taymor e Oprah Winfrey.

Uno dei momenti più toccanti è legato a Stan Lee, il novantaquattrenne, da poco vedovo dopo quasi 70 anni di matrimonio, che rappresenta da sempre un simbolo nonostante il suo essere se stesso. Il creatore della Marvel ha parlato del suo  rapporto con Disney e ha ricordato il suo storico “socio” Jack Kirky, anche lui premiato.

Tra i premiati anche l’animatore Clyde Geronimi, il fumettista Manuel Gonzales, l’imagineer Wayne Jackson, l’attrice Whoopi Goldberg (che ora è LEGOT) e ovviamente Carrie Fisher, anche questo uno dei momenti più commoventi dell’evento, così ricordata da Iger: “Carrie ha avuto un ruolo iconico nel mondo di Star Wars e avrà sempre un posto speciale nei nostri cuori. Mancano a tutti noi il suo talento, la sua amicizia e il suo umorismo. A dicembre uscirà il suo ultimo film, Gli Ultimi Jedi, nel quale ci ha donato una interpretazione originale e indimenticabile. Siamo fierissimi di poterla definire una Disney Legend”. E’ stato insignito dell’onorificenza anche Mark Hamill, che secondo Iger in “Star Wars: Gli Ultimi Jedi ha regalato “la sua migliore interpretazione di Luke Skywalker, mi darete ragione tra pochi mesi”. Il premio conclusivo  è toccato a Julie Taymor.

 

About Maria Merola

Laureata in Beni Culturali, lavora nel campo del marketing e degli eventi. Ama Star Wars, il cosplay etutto ciò che riguarda il mondo del fantastico, come rifugio dalla realtà quotidiana. In particolare è l'autrice del blog "La Terra in Mezzo" dedicato ai miti e alle leggende del suo Molise.

View all posts by Maria Merola →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *