Leia Organa Solo (Skywalker)

princessleia

Figlia di Anakin Skywalker e Padme Naberrie, fu portata via, subito dopo la nascita sul pianeta di Polis Massa nel 19 BBY, da Obi Wan Kenobi, per proteggerla dal padre passato al lato Oscuro. Crebbe come figlia adottiva del vicerè di Alderaan, Bail Organa, protetra dalle cure amorevole di Winter Celchu; appassionandosi alla politica, come erede al trono di Alderaan, Leila è parte dell’Alto Consiglio di Alderaan e membro del Senato Galattico/Imperiale.  Nel suo periodo nel senato, la principessa divenne grande amica del senatore Pooja Naberrie di Naboo, suo cugino biologico. Essendosi resa conto della grande corruzione all’interno dell’Impero, ben presto, nonostante la sua carica, iniziò ad aiutare segretamente la Ribellione, fino a fornire i piani della Morte Nera, una stazione imperiale capace di distruggere un intero sistema.

Ma durante il viaggio la sua corvetta correliana fu abbordata dallo Star Destroyer di Darth Vader che la sottopose a tremende torture per conoscere l’ubicazione della base ribelle. Venne portata nella nuova stazione imperiale dove il Grand Moff Tarkin ordinò la distruzione del suo pianeta. Successivamente venne liberata da Luke Skywalker e da Han Solo, del quale finì con l’innamorarsi nella rocambolesca fuga sul Millenium Falcon, dopo la disfatta di Hoth. Durante la preparazione della battaglia di Endor, partecipò alla spedizione sulla luna boscosa. Qui svolse un ruolo fondamentale nella collaborazione tra l’Alleanza e gli Ewoks, razza nativa di quel mondo, e venne a conoscenza della sua vera identità. Luke le confidò di essere il figlio di Vader e che lei era sua sorella gemella, dalla quale era stato separato alla nascita nel tentativo di nascondere entrambi al padre e all’Imperatore.

Come raccontato nel romanzo La Tregua di Bakura, subito dopo la Battaglia di Endor, l’Alleanza Ribelle ricevette un messaggero droide da Bakura, sotto invasione dagli Ssi-ruuk. Dal momento che Bakura possiede armi potenti, che nonostante la distanza potrebbero produrre danni, l’Alleanza decide di mandare una task force per aiutare i Bakurani. Sia Leila che Luke vengono assegnati allo squadrone per le qualità diplomatiche e la capacità nelle arti marziali. Le restanti forze dell’Impero raccolte a Bakura si alleano coi Ribelli subito dopo la vittoria Endor firmando una tregua. È durante questo periodo che lo spirito di Anakin Skywalker appare a Leila implorando il perdono, cosa che la principessa non è ancora in grado di offrire.

La principessa è socio fondatore della Nuova Repubblica, fondata formalmente nel 5 ABY. Succede a Mon Mothma nel ruolo di cancelliere, e successivamente ricopre altre cariche, come Capo della Difesa ed altri ruoli diplomatici. Nonostante la maggior parte della sua vita sia dedicata a compiti di stato, si applica agli studi delle arti Jedi, con Luke nel ruolo di maestro. In particolare, si esercita con una spada laser blu che ha costruito da sola, prima di riceverne da Luke una rossa (non di costruzione Sith) per completare l’arma che aveva fabbricato. Dopo la disastrosa corte subita dal Principe Isolder, sposa Ian nell’8 ABY. Come descritto in Un Amore per la Principessa, Ian rapisce Leila e la porta sul pianeta Dathomir vinto in una partita di sabacc. Qui incontrano le Streghe di Dathomir, i cui tentativi di fuga portano alla morte del Signore della guerra Zsin e del suo regno, rivale allo stesso tempo dell’Impero e della Nuova Repubblica. All’inizio, Leila non vuole avere figli, temendo che vengano assorbiti dal lato oscuro come successe per il padre. Durante una missione su Tatooine per recuperare il Killik Twilight e la chiave di Comcast nascosta in esso, Leila trova il diario della nonna Shmi Skywalker e, con l’aiuto di Kitster e Wald, amici d’infanzia del padre, scopre che il padre non era il mostro che aveva conosciuto, ed accetta di perdonarlo. L’anno successivo, il Grande Ammiraglio Thrawn, che si è alleato con Jorus C’baoth, ordina ai commando Noghri di rapire Leila, in attesa di un bambino. C’Baoth vuole portare Leila e Luke sul lato oscuro, trascinando con loro i due gemelli ancora non nati, dopo aver saputo della loro potenza. Per evitare la cattura, lei si nasconde sul pianeta Kashyyyk, ma viene rintracciata. Imparerà che Fener una volta atterrò sul pianeta natale dei Noghri, Honoghr e li convinse a servire l’Impero promettendo loro di salvare il pianeta dal disastro ecologico subito durante la Guerra dei Cloni. Per questo sono leali a Fener. Leila riesce ad utilizzare il suo legame biologico col padre per persuadere l’assassino Noghri a viaggiare con lei fino a Honoghr e constatare la fine dell’Impero. Mostra ad una rappresentanza di Noghri che i droidi mandati dall’Impero stanno n realtà avvelenando la terra e rallentando la ricostruzione. Smettono di servire l’Impero dopo che uno di loro, Rukh, uccide Thrawn durante la Battaglia di Bilbringi e si allea con la Nuova Repubblica. Per i suoi sforzi, Leila è conosciuta come “Lady Vader” tra i Noghri, e la sua famiglia è vista con rispetto nella loro società. Durante la crisi di Thrawn, Leila dà alla luce i due gemelli Jaina e Jacen su Coruscant durante l’assedio a Thrawn (ricordiamo che i tre figli di Han Solo e di Leia sono ora considerati “legend” nella timeline ufficiale di Star Wars).

Durante gli eventi di Il Lato Oscuro della Forza, la Nuova Repubblica soffre problemi seri, perdendo molti dei suoi mondi, così come Luke Skywalker, passato al lato oscuro. Dopo la cattura del fratello su Coruscant, susseguente al trasporto su Byss, e la corruzione dell’Impero clonato, una Leila incinta con il marito, Ian Solo, raggiungono la nuova fortezza dell’Imperatore su Byss dove si dovrà confrontare con la reincarnazione dell’Imperatore. All’inizio Leila fallisce nel suo tentativo di strappare Luke al lato oscuro, ma riesce a rubare un Holocron Jedi dalle camere dell’Imperatore. Leila sale a bordo del Super Star Destroyer dell’Imperatore durante il suo attacco alla luna Pinnacle di Da Soocha. Si appella alla bontà che sta dentro a Luke, redimendolo, ed attacca Palpatine con il Lato Chiaro della Forza, tagliandolo fuori dal lato oscuro e dal controllo delle forze titaniche che comandava a piacimento, con l’intenzione di distruggere definitivamente la flotta dell’Alleanza Ribelle. Sia l'”Eclipse I” che Palpatine vengono distrutti.  Durante l’Operazione Mano Oscura, l’Alleanza Ribelle continua a fuggire. Al terzo figlio di Leila, nato nel 10 ABY nella base spaziale Ribelle in orbita intorno a Nespis VIII, viene dato il nome di Anakin in onore del riscatto del padre. Insieme ad uno Jedi di nome Jen sfida il successore di Palpatine, un assassino Jedi Oscuro. Anche questa tregua si dimostra breve, visto che Palpatine rinasce come clone, anche se gravemente rovinato dal sabotaggio di Carnor Jax e di uno dei Mano dell’Imperatore. Leila viene obbligata a scappare su Onderon per nascondere Anakin da Palpatine, che vorrebbe trasferire la sua anima nel bambino. L’Imperatore alla fine la trova, ma Ian gli spara alle spalle mentre si impossessa del giovane Solo. Il sacrificio di un Empatojayos Brand moribondo li salva dallo spirito di Palpatine e distrugge il tiranno una volta per tutte. Come capo di Stato, Leila guida la Nuova Repubblica attraverso una quantità di crisi provocate dai signori della guerra post-Imperiali. Man mano che la loro minaccia diminuisce e che la Nuova Repubblica cresce, deve anche impegnarsi per dirimere conflitti politici interni durante le elezioni. Due schieramenti si scontrano durante la Crisi della Flotta Nera nel 16 ABY, in cui Leila invoca l’Articolo Cinque della Carta Comune per prevenire un attacco alla sua carica e la successiva dichiarazione di guerra agli Yevetha. Le crepe nella sua grande popolarità iniziano a manifestarsi in questo periodo, crepe che accelerano l’ascensione politica del furbo politico Bothan, Borsk Fey’lya.

Nel settimo capitolo cinematografico della saga, “Il Risveglio delle Forza” abbiamo scoperto che la Princpessa Leia, ora Generale, ha avuto un figlio insieme a Han, Ben Solo, che viene addestrato da Luke prima di passare al Lato Oscuro e assumere il nome di HKylo Ren, divenendo il malvagio apprendista del Leader Supremo Snoke, il capo del Primo Ordine (rinato dalle ceneri dell’Impero). All’incirca trent’anni dopo la battaglia di Endor, Leila, con il grado di generale, comanda le forze della Resistenza su D’Qar e cerca di rintracciare il fratello Luke, in esilio da anni in un luogo sconosciuto. Dopo essersi riunita al marito Han dopo molti anni di separazione, lo supplica di riportare il figlio a casa e al Lato Chiaro. Dopo la morte di suo marito a causa del figlio, Leila avverte attraverso la Forza il terribile accaduto.

Il ruolo della Principessa Leia Organa fu interpretato da Carrie Fisher in tutti e tre i film della trilogia. Carrie Fisher è nata il 21 ottobre del 1956 a Beverly Hills, Los Angeles (USA) e, purtroppo, scomparsa  lo scorso 27 Dicembre 20187. Carrie Fisher, figlia dell’attrice Debbie Reynolds, la protagonista di Cantando sotto la pioggia, è diventata leggenda a soli 19 anni quel leggendario 25 Maggio 1977, quando per la prima volta comparse sul grande schermo quella scritta “tanto tempo fa in una galassia lontana lontana…”. La sua carriera era iniziata già da adolescente in nel musical di Broadway Irene, poi, al cinema, in Shampoo, nel 1975, di Hal Hashby, con Warren Beatty e Julie Christie. Successivamente alla Trilogia ha partecipato a diversi film – alcuni dei quali di grande successo – interpretando ruoli secondari, tra i quali ricordiamo: Blues Brothers (The Blues Brothers) 1980; Harry ti presento Sally (When Harry Met Sally) 1990; Scappatella con il morto (Sibling Rivalry) 1990; Bolle di sapone (Soapdish) 1991; Austin Powers (Austin Powers: International Man Of Mystery) 1997; Screamer 3 2000. Carrie Fisher, nei suoi alti e bassi ha rappresentato un vero prodotto dell’industria cinematografica americana: benedetta e crocefissa dalle conseguenze della sua stessa leggenda, e si congeda dai Fan proprio nel finale di un 2016 particolarmente funesto per gli attori di Hollywood.

Il personaggio della Principessa Leia subì notevoli modifiche di grandezza e importanza attraverso le varie stesure del soggetto. Nel primo abbozzo è una ragazzina di 14 anni dalla soffice bellezza (“soft beauty”: così viene definita) e dalla volontà di ferro, figlia dei regnanti di Aquilae (Rayos e Breha), che, in seguito alla sconfitta del suo pianeta da parte dell’Impero, viene affidata alle cure del generale Luke Skywalker e di Annikin Starkiller. Pur mostrando d’essere una ragazza difficile, fa ben presto innamorare di sé il giovane Annikin. In questa versione della storia Leia, dopo la sconfitta degli imperiali, diventa regina. In una delle stesure successive il personaggio scompare completamente, per poi assumere il ruolo a noi familiare. Inizialmente però, nella prima versione della sceneggiatura di GUERRE STELLARI, il suo personaggio passa molto del suo tempo sullo schermo priva di sensi, a causa delle torture di Vader, e viene trasportata dal Wookiee Chewbacca. Prima di iniziare le riprese Lucas ordinò alla troupe di sviluppare per lei un look molto originale. Venne preparata un’acconciatura ispirata a quella portata da molte native americane tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900.

Nella versione italiana la Principessa viene chiamata Leila. Nel 1977 Mario Maldesi, direttore del doppiaggio di Guerre stellari, decise di modificare i nomi di alcuni personaggi del film, una scelta comune nelle opere di genere fantasy: il nome della Principessa “Leia” divenne così Leila. Tale nome è stato usato nelle principali opere in cui è apparso il personaggio (nei film e nelle serie televisive ma anche in alcuni romanzi, fumetti e videogiochi), fino all’uscita del film Star Wars: Il risveglio della Forza quando è stato ripristinato il nome originale che è stato usato anche nelle opere pubblicate in seguito.

StarWars

About StarWars

Starwars.it è un sito tributo a Star Wars, NON è il sito ufficiale della saga, raggiungibile ai seguenti url: StarWars.com o in italiano Disnet.it/StarWars e non è in alcun modo collegato alla LucasFilm LTD o alla The Walt Disney Company e a nessuna delle loro licenziatarie. Starwars.it è un sito "fan" gestito dall'Associazione Culturale Satyrnet. E' vietata la riproduzione senza consenso dei contenuti. Copyright © 2017 Satyrnet - All Rights Reserved.

View all posts by StarWars →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *