Star Wars: il canone inverso

sw38

George Lucas non è solo un grande creativo e un ottimo regista, ha reinventato nel 1976 il modo di fare il Cinema, non solo di fantascienza, reinventando la tecnica e la tecnologia utilizzata per le sue pellicole e quelle future. Ma a Lucas si deve più di ogni altra cosa l’invenzione dei concetti di “transmedialità” e “crossmedialità”. Non solo le sue creazioni sono state riedite in forma di libri, romanzi e videogiochi ma sopratutto dalla saga originale di Star Wars è scaturito un filone narrativo espanso che ha coinvolto decine di autori in tutto il mondo.

Lo stesso Lucas ha dichiarato: «Dopo l’uscita di Guerre stellari divenne apparente che la mia storia — indipendentemente dal numero di film che avrebbe richiesto per essere narrata — era solo una delle migliaia che si sarebbero potute raccontare sui personaggi che popolano la sua galassia. Ma queste erano storie che non ero destinato a narrare. Sarebbero nate invece dalla fantasia di altri scrittori, ispirati dalla visione della galassia che Guerre Stellari offriva. Oggi è un’eredità al tempo stesso sorprendente e inattesa di Guerre stellari, il fatto che così tanti scrittori di talento contribuiscano ad aggiungere nuove storie alla saga.»

L’Expanded Universe (o come si chiama ora Star Wars Legends), classificato in un canone ufficiale, è stato per 20 anni un punto di riferimento per milioni di appassionati della saga originale che hanno vissuto storie che partivano 5000 anni prima delle avventure di Luke e Leia e ben oltre 5 secoli.

Sue Rostoni, direttore editoriale della Lucas Licensing, ha dichiarato «Per canone intendiamo una lista autorevole di libri ufficialmente riconosciuti dalla Lucas Licensing Editor e che consideriamo parte della storia di Guerre stellari. Il nostro obiettivo è quello di presentare una storia continua e unificata della galassia di Guerre stellari, non entrando mai in conflitto con le idee del signor Lucas sulla saga.»

Con l’acquisizione della LucasFilm da parte della Disney e la decisione di creare una nuova saga cinematografica, qualcosa è cambiato: l’Expanded Universe, dallo scorso 25 Aprile 2014 è stato in parte cancellato. Il motivo è spiegato su di un post nel sito StarWars.com: «In modo da concedere massima libertà creativa ai produttori cinematografici e allo stesso tempo preservare un elemento di sorpresa e scoperta per il pubblico, gli Episodi VII-IX non racconteranno la stessa storia narrata nell’Universo espanso post Ritorno dello Jedi. Per quanto l’universo che i lettori conoscono stia cambiando, non sarà del tutto scartato. I creatori del nuovo intrattenimento starwarsiano hanno pieno accesso ai ricchi contenuti dell’Universo espanso. Per esempio, elementi dell’EU saranno inclusi in Star Wars Rebels. L’Inquisitore, l’Imperial Security Bureau e la Sienar Fleet Systems sono elementi narrativi nella nuova serie animata e tutte queste idee trovano le loro origini in materiale del gioco di ruolo pubblicato negli anni ’80.»

Il nuovo canone è dunque così composto:

– Tutti i Film di Star Wars (La Trilogia Originale, la Trilogia Prequel, la Trilogia Sequel, gli Spin-off, il film d’animazione Star Wars: The Clone Wars ed il film televisivo Star Wars Rebels: Scintilla di ribellione).
– La serie animata Star Wars: The Clone Wars
– La serie animata Star Wars Rebels
– La serie a fumetti della Dark Horse Comics: Darth Maul – Son of Dathomir
– Le serie a fumetti della Marvel (che poi è Disney): Star Wars, Darth Vader, Princess Leia, Kanan the Last Padawan e Journey to the Force Awakens (in Italia a partire da Maggio, editi da Panini Comics Italia)
– I romanzi Star Wars Books: A New Dawn, Tarkin, Heir to the Jedi, Lords of the Sith, Dark Disciple e Aftermath
– Il videogioco della EA Star Wars: Star Wars Battlefront – EA(Settembre/Dicembre 2015)

Secondo fonti attendibili, alcune parti dell’Expanded Universe potrebbero tornare nella timeline della Mitologia di Lucas. Le storie più probabili sono quelle ambientate nel periodo della Vecchia Repubblica (slegate quindi dal periodo in cui sono ambientati i film) ad esempio i libri:Star Wars: The Old Republic e la trilogia di Darth Bane (che, in versione fantasmatica appare anche in Clone Wars), editi in Italia da Multiplayer.it Edizioni.

Per maggiori informazioni:

https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Canone_di_Guerre_stellari 

http://starwars.wikia.com/wiki/Timeline_of_canon_media

https://www.facebook.com/groups/StarWarsFansItalia/

About Gianluca Falletta

Gianluca Falletta, presidente di Satyrnet, è considerato "il papà del Cosplay Italiano". Come una delle prime realtà che hanno promosso il fenomeno made in Japan, Satyrnet, in oltre 15 anni di attività ha creato, realizzato e prodotto alcune delle più importanti manifestazioni di settore. Il portale www.satyrnet.it e la sua vastassima community online sono tutt'ora uno dei punti di riferimento per gli appassionati. Gianluca Falletta ha partecipato alla produzione del Festival del Fumetto di Romics, RomaComics & Games, Gaming e Cartoon Days e ora collabora con i principali festival italiani quali LuccaComics & Games, Milano Cartoomics e Napoli Comicon. Dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha participato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire entertainment per il pubblico.

View all posts by Gianluca Falletta →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *