Riportiamo una notizia appena battuta dall’Ansa. Tataouine, conosciuta anche come la “porta del Sahara” tunisino, ma ancor più come il luogo nei cui dintorni George Lucas girò gran parte delle scene della saga di StarWars (con il nome Tatooine, scelto da Lucas proprio al suo arrivo nel ’76 presso la location), è un luogo totalmente sicuro. Mohamed Sayem, delegato al Turismo del governatorato di Tozeur, smentisce i rumor che girano da qualche ora sui social che riguardano la “presa” della cittadella di  Ong Jmal da parte di gruppi terroristici.   A quanto pare una bufala, visto che gli alberghi, continua il politico, sono prenotati al 100% dai fan della saga stellare.

Nell’universo fantascientifico di George Lucas, Tatooine è un pianeta desertico con un sistema stellare binario, è inoltre il pianeta natale della famiglia Skywalker, dove nacquero Shmi Skywalker e probabilmente anche Anakin Skywalker e dove crebbe Luke Skywalker. Nella saga, il pianeta è visto e menzionato molte volte, al punto da essere diventato una icona della saga stessa.

La vera Tatouine, con il suo caratteristico paesaggio arido e roccioso e con le costruzioni berbere ormai entrate nell’immaginario collettivo, sono ancora oggi meta di pellegrinaggio dei fan diStar Wars – come d’altra parte testimonia il video dell’ente del turismo tunisino che incoraggia gli appassionati a visitare la zona di Tataouine/Tatooine.

Latest posts by Gianluca Falletta (see all)