Veicoli stellari da Star Wars “T-65 X-Wing”

cosa attira tanto di una saga fantascientifica come “Star Wars”?, alla fine penso che di tale titanica saga, tutto sia spettacolare, la trama, i personaggi, l’ambientazione, gli intrecci amorosi e gli intrighi politici, ma soprattutto ciò che attira moltissimo di una tale saga, come ogni opera di fantascienza, sia film, libri che a fumetti, sono soprattutto i veicoli.

Come ogni ottima opera di fantascienza, se non vi sono veicoli futuristici o fantascientifici, non sarebbe un’opera “spaziale”, ve ne sono di tutti i tipi, dagli astrocaccia che solcano gli spazi siderali, fino ad enormi incrociatori la cui mole incute un timore reverenziale, oppure come vecchie carrette che vagano nello spazio ai comandi di impavidi avventurieri e contrabbandieri, arrivando ad avveneristici mezzi di terra e veicoli subacquei.

Che siano dei buoni, dei cattivi, oppure per utilizzo militare o civile, vecchi o nuovi che siano, i veicoli nei film di fantascienza sono sempre stati uno dei motivi per cui si guardano tali opere.

Prenderemo ad esempio volta per volta un veicolo differente preso ovviamente dall’enorme saga di star Wars, con schede tecniche e utilizzo primario, arricchendo con immagini e se possibile con filmati che riguardano tali veicoli.

Inauguriamo oggi questa rubrica con un veicolo che non ha bisogno di nessuna presentazione e che ormai sappiamo riconoscerlo ad occhi chiusi il famoso caccia Ala-X

T-65 X – WING

scheda tecnica

tipo: Caccia Stellare monoposto

modello:  X – Wing T-65B

Produttore: Incom Corporation

velocità: 1050 km/m

iperguida: Classe – 1

lunghezza: 13,4 metri

armamento: 4 cannoni laser alari, 2 lanciamissili protonici

principalmente utilizzato dalla ribellione, il caccia stellare X – Wing è molto versatile ed anche pesantemente armato per essere un caccia di serie monoposto, grazie anche all’iperguida di cui è in dotazione, tale caccia ha la possibilità di poter effettuare attacchi a sorpresa o sortite a lunga distanza senza aver bisogno di navi d’appoggio o di rifornimento, questo anche grazie non solo all’alloggiamento destinato alle unità Droide-Astromeccanico come quelli della serie C-1 che fungono non solo da meccanici ma anche da navigatori, ma anche per le celle energetiche che possono fornire energia al veicolo per un intera settimana senza biso0gno di rifornimenti supplementari; la presenza di scudi deflettori, consentono all’x-wing anche una notevole ed ulteriore resistenza ai colpi del nemico, divenendo non solo un avversario temibile per gli altri caccia monoposto, ma anche per unità più grandi e pesantemente armate come gli Star Destroyer e gli incrociatori classe Gozanti.

L’X-Wing nonostante avesse già una sua già temibile fama contro i veicoli imperiali, venne ancora  accresciuta in quanto fu proprio un X-Wing T-65 ad abbattere la Death Star, la più potente arma da guerra dell’arsenale dell’Impero, nei pressi dell’orbita di Yavin.

Tra le squadriglie più famose di caccia X-Wing vi è prima tra tutte il “Rouge Squadron” comandato dall’abilissimo capitano Wedge Antilles, lui insieme ai suoi compagni d’arme,  ai comandi dei loro X-Wing, hanno compito imprese eroiche e dato parecchio filo da torcere non solo all’Impero, ma anche a pirati spaziali e contrabbandieri e gilde criminali come il Sole Nero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *