Chi sono i Cavalieri Jedi?

Per oltre mille generazioni i Cavalieri Jedi sono stati i guardiani di pace e giustizia della Vecchia Repubblica. Prima dell’oscurantismo, prima dell’Impero [Obi-Wan Kenobi]
I Jedi conobbero la Forza e la studiarono, raggiungendo un livello di comprensione che nessuno aveva mai conseguito prima. Impararono ad utilizzarla con risultati sorprendenti, utilizzando tale conoscenza per portare ordine ad aiuto in una galassia che era stata tormentata dalla guerra e dalla paura per troppo tempo.
La galassia seppe di loro grazie alle loro gesta, divenute famose. Aiutati dalla Forza e contraddistinti dalle loro esclusive spade laser, furono rispettati e onorati in tutta la galassia. Erano noti come sapienti, maghi, guerrieri e filosofi: potevano essere tutte queste cose, e molto di più. Ad ogni modo il loro sapere portava con sé i semi della loro stessa distruzione. Avendo compreso, in tempi remoti, la differenza tra il Lato Chiaro e il Lato Oscuro, i Jedi insegnarono perchè fosse importante seguire la via della luce. Ma per alcuni gli ammonimenti non furono sufficienti e le tentazioni furono troppo forti. Valendosi di ciò che sapevano, alcuni di loro passarono al male.
L’ordine  dei Jedi ebbe inizio decine di migliaia di anni prima della nascita dell’Impero Galattico. Si dice che esso sia nato con la Repubblica stessa. Molte antiche e semileggendarie organizzazioni sono state proposte come predecessori dell’Ordine dei Jedi, come ad esempio l’Ordine di Dai Bendu o l’Accademia Chatos, ma nessun collegamento definitivo è mai stato dimostrato. Il pianeta natale dell’Ordine è Ahch-To.  Inizialmente si trattava di un ordine contemplativo, ma con il tempo i Jedi hanno assunto un ruolo più attivo intervenendo direttamente nelle questioni politiche della galassia. Dopo la disfatta nella Battaglia di Ruusan si radunarono su Coruscant, dove fu costruito il Tempio Jedi. Per diventare Jedi sono richiesti un impegno profondo e una mente astuta. La vita di un Jedi era una vita caratterizzata dal sacrificio e dalla totale dedizione ai propri doveri di Cavaliere. Coloro che mostrano particolari attitudini all’uso della Forza venivano inviati ancora bambini al Tempio Jedi per essere addestrati. Sin dall’inizio dell’apprendistato conducono una vita semplice e fedele al Codice Jedi, che proibisce proprietà materiali o legami emotivi. Secondo i principi della modestia e dell’umiltà, è tradizione dei Jedi indossare semplici abiti lunghi, ampi e comodi, una tunica e un mantello, nelle varie tonalità del bianco e del marrone. La prima parte dell’addestramento viene svolta sotto la guida di un Maestro Jedi saggio ed esperto, fino a quando l’allievo non è pronto per intraprendere il percorso del Jedi. Alcune volte venivano fatte eccezioni, come nel caso di Anakin Skywalker, ma i Jedi ritenevano che i metodi tradizionali dessero i risultati migliori ed erano restii a cambiare.

 

I Jedi hanno una precisa gerarchia di classi, introdotta dai videogiochi Star Wars: Knights of the Old Republic e dal seguito Star Wars: Knights of the Old Republic II: The Sith Lords. In teoria, non dovrebbe considerarsi canonica, in quanto un Jedi incorpora tutte le caratteristiche delle classi, anche se può preferire alcune caratteristiche. Si possono distinguere tra classi inferiori (classi del grado apprendista, padawan e cavaliere) e classi superiori (classi del grado maestro o di prestigio).

  • Youngling è un titolo non ufficiale, riferito a bambini sensibili alla Forza che affrontano i passi iniziali dell’addestramento Jedi. In giovane età vengono rimossi dalle famiglie e assegnati a un Cavaliere Jedi. Se uno Youngling non viene scelto da un Cavaliere Jedi come Padawan entro 13 anni di età, lo youngling viene assegnato ad un altro minore ruolo dei servizi Jedi. In base al talento dello studente il servizio può essere agricolturale, medico o informativo.
  • Padawan è il titolo di base dell’apprendista che inizia ad addestrarsi specificatamente sotto la tutela di un Cavaliere o di un Maestro. Gli Youngling vengono presi come Padawan tra i dieci e i tredici anni. Generalmente, il ragazzo deve portare una treccia di capelli che ricade sulla spalla destra, che simboleggia il suo grado, e che viene tagliata durante la cerimonia di promozione di grado, indicando che l’allievo ha imparato tutto ciò che serve sulla Forza, e che può infine addestrare un Padawan a sua volta. Tuttavia la regola aveva le sue eccezioni. Il Padawan ha il compito di costruire la propria spada laser, basandosi sul modello di quella del suo insegnante, in segno di fiducia e di rispetto.
  • Il Guardiano Jedi, che può diventare Maestro d’armi Jedi si specializza molto nel combattimento con spada laser e conosce molte tecniche del combattimento a mani nude. Esempi riconducibili a Guardiani Jedi sono Obi-Wan Kenobi, Anakin Skywalker e Mace Windu. Il colore della spada laser associato a questa classe è solitamente il blu (nel caso di Windu, viola).
  • La Sentinella Jedi, che può diventare Custode Jedi: cerca di bilanciare la tecnica del combattimento con spada laser e conosce alcune tecniche avanzate della Forza. Esempi di Sentinelle Jedi sono Kazdan Paratus, Bastila Shan e Visas Marr. Le Sentinelle Jedi brandiscono di norma una spada laser gialla (spade di questo colore, tuttavia, non appaiono mai nei film dell’esalogia).
  • Il Console Jedi, che può diventare Maestro Jedi: cerca la conoscenza dei misteri della Forza e ne fa uso durante il combattimento, preferendola alla spada laser. Esempi riconducibili a Consoli Jedi sono Qui-Gon Jinn, Yoda (sebbene utilizzi una tecnica di combattimento molto particolare), e Kreia. La spada laser dei Consoli Jedi è generalmente verde. Tuttavia durante l’epoca di Yoda questa regola venne applicata solo in parte. Ciascun Jedi poteva scegliere la propria spada laser.
  • Maestro Jedi è il maggior rango che un Jedi può ottenere e generalmente (ma non sempre) un requisito per entrare a far parte del Consiglio Jedi, che è l’interfaccia di scambio tra Jedi e Repubblica. Il titolo è riservato a coloro che mostrano devozione, abilità e comprensione della Forza. Il titolo di Signore dei Sith è l’equivalente di Maestro Jedi. Il grado è generalmente acquisito da Cavalieri che promuovono con successo uno o più Padawan a Cavaliere. Quando l’insegnante sente che il suo allievo è pronto il Consiglio promuove il Padawan a Cavaliere Jedi e l’insegnante a Maestro Jedi. Il Maestro può quindi prendere come apprendista un altro allievo. Il grado può essere assegnato anche per meriti straordinari o per servizi eccelsi, nonostante sia raro. Alcuni Maestri, membri del Consiglio o coloro che sono troppo vecchi per missioni di azione, prendono in custodia i giovani youngling o si curano di altre cose nel Tempio Jedi, per esempio Jocasta Nu.

Per diventare cavaliere, un padawan deve superare una serie di prove. Queste comprendono una prova di destrezza, una prova della carne, una prova di coraggio e una prova dello spirito. Quest’ultima è la prova più difficile, chiamata anche “guardarsi allo specchio”, perché consiste nel guardare dentro di sé, e spesso comporta affrontare il Lato Oscuro della Forza. Per esempio per Revan la prova consiste nel recarsi in un luogo dove il lato oscuro è molto forte e riportare nella luce Juhani, un padawan caduto nel lato oscuro.

L’ascesa dell’Impero e di Palpatine segnò quasi la fine dei cavalieri Jedi. Il nobile Ordine, che sembrava sarebbe stato invincibile per millenni, fu annientato in un attimo. Il nuovo ordine dell’Imperatore aveva assunto in fretta il controllo, ma era un ordine  improntato sulla gelida tecnologia, in cui non c’era posto per la pietà e la bontà. Palpatine e il suo servitore Darth Vader, l’oscuro signore dei Sith, che lo aiutò a sterminare i Cavalieri Jedi, condussero la Galassia all’oscurantismo. Nonostante tutto ciò, lo sterminio dei Jedi non fu totale. Obi-Wan Kenobi, che era stato maestro di Vader quando questi era ancora un cavaliere Jedi buono, con il nome di Anakin Skywalker, fuggi, portando con se i due figli gemelli di Skywalker. Visse nascosto in solitudine per molti anni, vegliano attentamente la crescita di uno dei due bambini, il giovane chiamato Luke Skywalker.

Luke imparò a conoscere le vie della Forza poco prima che Kenobi morisse, sulla Morte Nera, e proseguì la sua istruzione sotto la guida di Yoda, il Maestro Jedi, che aveva atteso con impazienza l’arrivo del giovane fattore di Tatooine. Grazie all’addestramento impartitogli da Yoda e alla sua convinzione che nel padre ci fosse ancora del buono, Luke Skywalker causò la sconfitta dell’Impero e dell’imperatore Palpatine. Attualmente, Luke sta cercando di istruire altri potenziali Jedi, nella speranza di riportare questi nobili Cavalieri ad occupare il loro posto di rilievo nel garantire la pace nella galassia. Luke Skywalker ha fondato una nuova Accademia Jedi …

About StarWars

Starwars.it è un sito tributo a Star Wars, NON è il sito ufficiale della saga, raggiungibile ai seguenti url: StarWars.com o in italiano Disnet.it/StarWars e non è in alcun modo collegato alla LucasFilm LTD o alla The Walt Disney Company e a nessuna delle loro licenziatarie. Starwars.it è un sito "fan" gestito dall'Associazione Culturale Satyrnet. E' vietata la riproduzione senza consenso dei contenuti. Copyright © 2017 Satyrnet - All Rights Reserved.

View all posts by StarWars →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *